Tariffe e Disponibilità



    Powered and secured by
  Sviluppato da Simplebooking   Protetto da Verisign

Fast Contact

Hotel Olimpico
Costa sud di Salerno
Via Lago Trasimeno
84098 Pontecagnano, Salerno
Tel. (+39) 089 203 004
Fax. (+39) 089 203 458
info@hotelolimpico.it

 

RECEPTION ONLINE RECEPTION ONLINE

» Clicchi e lasci il suo numero telefonico, anche di cellulare. Vi richiameremo noi in brevissimo tempo!!

     -Salerno, Italia ora locale: 16:26:55

Scegli l’Hotel Olimpico per il tuo soggiorno di lavoro a Salerno

Praiano

 

Praiano si stende a mezzacosta, parallela al mare, per un buon tratto di strada, a monte e a valle della statale.  Case sparse, che a tratti si raggruppano, per tornare poi a sparpagliarsi nel verde.  Ogni tanto, una scalinatella più o meno larga serpeggia tra le case per scendere giù fino alla costa impervia ed alta, tra terrazze di limoni e fiorita macchia mediterranea.

Qua e là, una caletta, una piccola spiaggia, un angolo di paradiso. Come per esempio la marina di Praia, l'unico vero approdo di questo aspro tratto di costa a cavallo di Capo Sottile.

Paese contadino e dal nobile passato, Praiano: fu sede di un'università angioina, residenza estiva dei dogi amalfitani, perfino luogo di produzione di sete pregiate.  Tutto questo portò benessere e sviluppo economico, che tuttavia non poté compiersi del tutto a causa della preponderanza della vicina Amalfi.  Non diversamente dagli altri paesi della Costa di Amalfi, poi, Praiano condivise il declino della potente Repubblica marinara, fino a conoscere l'amara povertà dei secoli scorsi e dell'inizio del Novecento.

Arrivò poi, il turismo, dapprima quello dei grandi viaggiatori, poi quello delle persone comuni, italiane e straniere.

Il night club "l'africana", di Praiano, cui si accede da un sentiero scavato nella roccia a picco sul mare è stato sede di un ritrovo cult degli anni Cinquanta e Sessanta.  Ed è ancora molto vivo il ricordo delle scatenate notti di ballerini e cantanti, degli amori fugaci e appassionati di attrici e latin lover..

Delle passate ricchezze, invece, non sopravvive che qualche cupola maiolicata di piccole chiese, qui più interessanti e meglio decorate che in altri paesi della Costiera Amalfitana e Positano, (fatta eccezione, naturalmente, per il monumentale Duomo di Amalfi).  Segnaliamo tra le altre la chiesa di S. Luca Evangelista, che secondo la tradizione conserva le spoglie del Santo omonimo, ed ospita diversi dipinti dell'artista cinquecentesco Giovanni Bernardo Lama, e la chiesa di S. Gennaro.